Didattica on line con Microsoft Teams: cosa sapere

L’emergenza sanitaria causata dal COVID-19 ha messo tutti a dura prova a partire dalle scuole che sono state chiuse per prime per evitare che il contagio potesse continuare provocando danni ancora più pesanti di quelli fatti. Gli edifici scolastici sono stati chiusi ma l’attività didattica non si è fermata, ha semplicemente cambiato forma e si è trasformata in  didattica a distanza, chiamata anche DAD. Gli insegnanti hanno dovuto imparare ad usare diverse piattaforme  che hanno sostituito le aule e gli spazi in cui si è soliti fare scuola; oggi è la volta di Microsoft Teams, ecco cosa sapere.

Leggi anche: Didattica a distanza scuole primarie: cosa sapere

Didattica on line con Microsoft Teams: le funzioni

Grazie alla piattaforma Microsoft Teams insegnanti e alunni hanno potuto, e continuano a farlo, portare avanti la didattica; è caratterizzata dalle seguenti funzioni:

  • Collaborare: creare file collaborando con più persone,
  • Comunicare: conversazioni su canali, lezioni online e chat per rimanere sempre connessi;
  • Integrare strumenti: personalizzare Teams con gli strumenti preferiti per insegnare in classe e per organizzare il lavoro;
  • Gestire attività e compiti: creare attività e compiti in classe funzionali;
  • Gestire il registro dei voti: organizzare e monitorare le attività e i voti di ogni classe direttamente da un apposito Team;
  • Blocco appunti di classe integrato: creare e archiviare risorse con OneNote in Teams.

Didattica on line con Microsoft Teams: come creare le lezioni

Microsoft Teams permette agli insegnanti di organizzare lezioni online a distanza, con la possibilità di avviare videochiamate di gruppo con un massimo di 250 partecipanti. Le videolezioni, inoltre, possono essere registrate e archiviate nel cloud, in modo da essere facilmente recuperabili per chi fosse assente, senza dover chiedere all’insegnante di ripetere concetti già espressi. Durante le lezioni online si potrà condividere lo schermo, attivare una lavagna virtuale con la quale spiegare i concetti più complessi; creare e gestire compiti a casa, compiti in classe e il registro online.

Non perderti: Didattica a distanza scuole medie: le regole da seguire