Prova Orale Maturità 2022: date e punteggio

Il 22 ed il 23 giugno ci sono state rispettivamente la Prima e la Seconda Prova dell’Esame di Maturità 2022. Il calendario delle Prove Orali, invece, varia da istituto a istituto, ma in alcune scuole sono iniziate già da lunedì 27 giugno. Ricordiamo che alla prova orale vengono dati da 0 a 25 punti: i maturandi hanno potuto totalizzare 50 punti di credito per il triennio e 50 per le prove. I crediti per le prove sono suddivisi in: 15 crediti per la prima prova, 10 crediti per la seconda e 25 crediti per il colloquio orale. Ma come si svolge l’Esame Orale? Scopriamolo insieme!

Prova Orale Maturità 2022, tutto quello che c'è da sapere

Prova Orale Maturità 2022: come funziona?

La prova orale della Maturità 2022 è divisa in tre parti:

  • analisi del materiale dato dalla commissione
  • esposizione dell’esperienza relativa ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento
  • esposizione relativa alle competenze acquisite di Educazione Civica

L’esame comincia così con i testi, i documenti ed i progetti scelti dai professori per valutare l’acquisizione delle delle singole discipline e l’abilità a collegare le diverse conoscenze. Ovviamente questo materiale deve essere inerente al programma svolto dalla classe di appartenenza. La verifica prosegue poi con l’esposizione dell’esperienza svolta nei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO), attraverso una breve relazione oppure un lavoro multimediale. Il test si conclude con una interrogazione sulle competenze di Educazione Civica acquisite nel corso di studi. In ogni giornata la commissione può valutare al massimo cinque candidati, salvo motivate esigenze organizzative.

Prova Orale Maturità 2022: possono chiedere argomenti a piacere?

In alcuni casi i docenti possono chiedere ai candidati degli argomenti a piacere, soprattutto nel caso in cui il colloquio non stia andando nel migliore dei modi. Addirittura c’è chi – a causa dell’ansia – fa scena muta e così i docenti decidono di aiutare lo studente, partendo da un tema che potrebbe essere più facile a superare questo blocco.

Leggi anche:

Prova Orale Maturità 2022: possono uscire Verga e Pascoli?

Per quanto riguarda gli argomenti chiesti in sede di esame, come già detto, questi verranno scritti nel documento presentato in ogni giornata ai candidati. Visto che Verga e Pascoli fanno parte del programma, potrebbero uscire anche all’esame orale, nonostante siano tra gli autori già scelti dal Ministero dell’Istruzione per la Prima Prova.

Leggi anche:

Prova Orale Maturità 2022: possono chiedere argomenti del terzo e quarto anno?

Alla prova orale di Maturità 2022 i docenti possono fare domande solo sugli argomenti studiati nel quinto anno. Il programma completo si può trovare nel documento di classe del 15 maggio. Questo documento, infatti, contiene le discipline su cui sostenere l’esame e gli obiettivi specifici di apprendimento oggetto di valutazione. In alcuni casi sono presenti anche le modalità con le quali l’insegnamento di una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera è stato attivato con metodologia CLIL.

Prova Orale Maturità 2022: quali domande di Educazione Civica?

Una delle preoccupazioni maggiori riguarda le domande di Educazione Civica, che possono essere fatte da qualsiasi professore. Il consiglio è quello di tirare in ballo durante il discorso proprio un tema che riguarda questa materia, per spingere i docenti a continuare su quella strada.