Test ingresso 2020: come si svolgeranno

La pandemia di Covid-19 ha completamente rivoluzionato quello che da diversi anni si è ormai consolidato, vale a dire l’iter per i Test d’ingresso 2020. Sappiamo bene che le prove per le facoltà ad accesso programmato si svolgono ogni anno a settembre, mentre i test presso le università private spesso si tengono tra febbraio e i mesi primaverili. Quest’anno però alcuni atenei si sono visti costretti a rinviare le date dei test e, vista la situazione, in alcun casi si è optato per i test a casa, come è avvenuto ad esempio con Tolc@casa. Per quanto riguarda invece i Test per i corsi di laurea a numero chiuso nazionale, se in un primo momento era stato stabilito un calendario, questo è stato successivamente modificato e in alcuni casi si è verificato uno stravolgimento del test, come nel caso del Test di Architettura 2020. In ogni caso, al momento (salvo imprevisti), le prove si svolgeranno in aula, ovviamente adottando le dovute precauzioni.

Non perdere: Test Ingresso 2020: date prove d’ammissione

Test d’ammissione 2020: le misure anti covid 19

Al momento non sono state divulgate le misure specifiche anti covid 19 relative ai test d’ingresso 2020: ovviamente, valgono le regole generali come l’utilizzo della mascherina, il distanziamento tra un candidato e l’altro, l’utilizzo di igienizzanti per mani. Di certo, sarà ridotto il numero dei candidati presenti in un’aula e probabilmente si provvederà ad effettuare un ingresso scaglionato e a turni.

Test ingresso 2020, come cambia il numero chiuso

Come dicevamo, quest’anno ci sono stati alcuni cambiamenti, come ad esempio il calendario delle prove 2020, che risulta il seguente:

  • Test Veterinaria 2020: 1 settembre
  • Test Medicina 2020: 3 settembre
  • Test Architettura 2020: entro il 25 settembre
  • Test Professioni Sanitarie 2020: 8 settembre
  • Test IMAT 2020: 10 settembre
  • Test Scienze della formazione primaria 2020: 16 settembre
  • Test Professioni sanitarie magistrale 2020: 30 ottobre

Quest’anno, per la prima volta, si comincerà con il Test di Veterinaria e non con il Test di Medicina come negli anni passati. Inoltre, ci  sono novità per quanto riguarda il Test di Architettura: la prova consisterà in 40 domande da svolgere in 70 minuti e sarà ogni ateneo ad elaborare i quesiti. Inoltre, le università dovranno scegliere la data di svolgimento in maniera autonoma, purché si rispetti il termine ultimo del 25 settembre.

Scopri anche: