Il test d’ingresso di Veterinaria è regolamentato dal MIUR in tutti i suoi aspetti, quindi dalla pubblicazione del bando, alla gestione delle delle domande per le prove e quindi anche la relativa graduatoria. Ovviamente anche per quanto riguarda i posti a disposizione che sono in aumento: quest’anno saranno 1040 gli studenti che potranno superare il test di ammissione a Veterinaria 2022, contro i soli 877 del 2021. Un numero sempre in crescita, visto che nel 2019 erano 759, mentre nel 2017 655.

In questo articolo vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere sul test d’ingresso Veterinaria 2022: partendo dalle date si passerà ai bandi, le iscrizioni e le graduatorie. Inoltre non mancherà un focus sugli argomenti della verifica e anche su come prepararsi a questo esame al meglio. Siete pronti a conoscere ogni segreto del test per Veterinaria?

Le date dei test di ingresso in Veterinaria 2022/2023

Quando si svolgerà il test d’ingresso a Veterinaria 2022 in tutta Italia? Lo scorso anno per entrare in questa facoltà gli studenti hanno dovuto svolgere l’esame il 1° settembre, mentre quest’anno ritarda di una settimana. Con la comunicazione del MIUR delle date ufficiali dei test d’ingresso per i corsi a numero chiuso e fra questi anche quello di Veterinaria, abbiamo scoperto che il test Veterinaria MIUR si svolgerà giovedì 8 settembre. Lo stesso giorno, in serata, il Ministero pubblicherà le Soluzioni Test Veterinaria 2022, un documento che conterrà tutte le domande della prova e le relative risposte esatte.

Ora cerchiamo di capire insieme come funziona il bando ufficiale, l’iscrizione all’esame e poi la relativa graduatoria con tutti i posti disponibili!
Test ingresso Veterinaria 2022: iscrizione, domande, difficoltà

Test Veterinaria: informazioni utili

Adesso dovete stare molto attenti perché ogni errore potrebbe costarvi caro, anche l’esclusione dal test Veterinaria 2022. Vi diamo tutte le informazioni utili su come affrontare l’esame dal punto di vista burocratico, sicuramente un passaggio noioso, ma fondamentale per la buona riuscita dell’accesso a Veterinaria.

I bandi

Il decreto del test di ammissione a Veterinaria 2022 stabilisce le procedure d’iscrizione, struttura e argomenti della verifica, punteggi, date di pubblicazione dei risultati, funzionamento delle graduatorie e degli scorrimenti. Dopo la pubblicazione di questo bando, ogni università pubblica un proprio bando con ulteriori dettagli su scadenze e pagamenti.

Iscrizioni

Per l’appunto le modalità di iscrizione al test di Veterinaria sono disciplinate dal Miur nel bando: i futuri immatricolati possono iscriversi dal 4 luglio fino alle ore 15:00 del 22 luglio tramite il sito Universitaly. In questa prima fase i candidati dovranno anche indicare le preferenze, cioè un elenco di università in cui vorrebbero frequentare Veterinaria. Successivamente dovranno perfezionare l’iscrizione pagando un contributo per la partecipazione all’esame entro entro il 1° agosto: ogni futuro iscritto dovrà versare la quota all’ateneo da lui/lei indicata come prima scelta, presso cui svolgerà il test di Veterinaria.

Ecco tutti gli altri dati richiesti in fase di iscrizione a Veterinaria: Cognome, Nome, Paese di nascita, Provincia di nascita, Città di nascita, Data di Nascita, Sesso, Cittadinanza, Codice Fiscale, email, documento d’identità, Residenza, Paese Provincia, Località, C.A.P., Indirizzo, Telefono Cellulare.

Ecco quali sono le strutture che mettono a disposizione questa facoltà: Università di Bari, Università di Bologna, Università di Camerino, Università di Messina, Università di Milano, Università di Napoli Federico II, Università di Padova, Università di Parma, Università di Perugia, Università di Pisa, Università di Sassari, Università di Torino e Università di Teramo.

Graduatoria e posti disponibili

La graduatoria nazionale del test di ingresso di Veterinaria 2022 viene pubblicata dopo circa tre settimane dallo svolgimento della prova d’ingresso, quindi intorno alla fine di settembre oppure inizio ottobre. In graduatoria troveremo i candidati che hanno totalizzato il punteggio minimo che varia ogni anno in base all’ultimo punteggio dell’ultimo candidato in posizione utile per immatricolarsi alla prova.

Nella graduatoria ci sono gli studenti assegnati che sono quelli che possono immatricolarsi a Veterinaria alla prima preferenza utile e hanno quattro giorni di tempo per la conferma di interesse. Gli studenti prenotati sono quelli che sono stati assegnati alle sedi universitarie indicate come scelte successive hanno due alternative: immatricolarsi presso l’ateneo a cui sono stati assegnati oppure aspettare lo scorrimento della graduatoria effettuando ugualmente la conferma di interesse all’immatricolazione entro 5 giorni dalla pubblicazione della graduatoria. In entrambi i casi se non si effettua la conferma d’interesse si esce dalla graduatoria e non c’è più alcun modo per rientrarvi.

Infine gli studenti idonei sono quelli che non sono assegnati a nessuna struttura e dovranno aspettare lo scorrimento della graduatoria, sperando che qualcuno rinunci al posto. Ricordiamo che i posti nelle università sopra citate sono così suddivisi:

  • Bari: 55 posti
  • Bologna: 90 posti
  • Camerino: 60 posti
  • Messina: 95 posti
  • Milano: 83 posti
  • Napoli Federico II: 76 posti
  • Padova: 96 posti
  • Parma: 77 posti
  • Perugia: 84 posti
  • Pisa: 66 posti
  • Sassari: 50 posti
  • Teramo: 74 posti
  • Torino: 134 posti

Test ingresso Veterinaria 2022: iscrizione, domande, difficoltà

Guida all’esame di ammissione a Medicina Veterinaria

Ora invece scopriamo insieme gli argomenti da studiare, le domande più gettonate e le simulazioni del Test Veterinaria degli anni precedenti!

Argomenti e materie

Come prepararsi al test 2022 di Veterinaria? Sul bando ci sono le materie ufficiali di questa verifica: oltre a ripassare Biologia, Chimica, Fisica e Matematica è necessario stare attenti alle domande di cultura generale e di ragionamento logico.

Non ci sono sorprese, le materie di studio sono quelle sopra indicate, tuttavia l’unica incertezza potrebbe ricadere sulle domande di cultura generale che possono spaziare da testi di saggistica scientifica o narrativa di autori classici o contemporanei, oppure testi di attualità apparsi su quotidiani o su riviste generalistiche o specialistiche. Una preparazione di base è importante oltre all’esercitazione sui test di logica, di cui vi parleremo più avanti.

Domande

Rispetto a Medicina e Professioni Sanitarie, nonostante gli argomenti di studio siano gli stessi, c’è una divisione diversa per quanto riguarda il numero di domande. Sono in tutto 60 domande con cinque opzioni ciascuna a cui rispondere in 100 minuti, così suddivise: 4 quesiti di competenze di lettura e conoscenze acquisite negli studi, 5 quesiti di ragionamento logico e problemi, 19 quesiti di biologia e altrettanti di chimica, 13 quesiti di fisica e matematica. Queste le relative valutazioni:

  • 1,5 punti per ogni risposta esatta
  • meno 0,4 (-0,4) punti per ogni risposta sbagliata
  • 0 punti per ogni risposta non data

Ricordiamo che ogni anno a causa delle irregolarità ci sono degli studenti che restano esclusi dal numero chiuso, tuttavia è possibile fare ricorso al TAR.

Simulazione test di Veterinaria

Volete vedere qualche esempio dei test di Veterinaria online? Ovviamente sul web circolano molte simulazioni, tuttavia è necessario fare riferimento a quelle ufficiali degli anni passati per familiarizzare al meglio con la verifica. Ovviamente le domande non possono essere le stesse per legge, tuttavia potrebbero essere simili.Ecco i test Veterinaria da esempio degli ultimi tre anni:

Come prepararsi al test di ingresso per veterinaria

Per prepararsi al meglio al test di ingresso per Veterinaria è necessario iscriversi a corsi preparatori che riguardano materie come Biologia, Chimica, Fisica e Matematica. Oltre ai corsi, nelle librerie fisiche e online ci sono libri ed ebook che al loro interno hanno alcuni stralci delle soluzioni di Veterinaria delle vecchie prove degli anni passati con commenti ed annesse spiegazioni dei professori.

Per cultura generale è necessario affidarsi alle proprie conoscenze, mentre per le domande di logica basta esercitarsi su prove simili e cronometrarsi, per riuscire a completare il tutto nei 100 minuti richiesti.

Test ingresso Veterinaria 2022: iscrizione, domande, difficoltà

Le migliori università per studiare Medicina Veterinaria

Per scegliere l’università migliore di Veterinaria bisogna valutare quella più vicina alla propria abitazione, quella con il maggior numero di posti per avere più probabilità di entrare e anche leggere le opinioni degli studenti e degli ex studenti per farsi una idea sul piano di studi e sull’offerta didattica.

Secondo l’edizione 2022/2023 della classifica Censis sulle Università italiane la migliore università italiana per Veterinaria è l’università di Perugia, seguita dall’Università di Bologna e dall’Università di Pisa, rispettivamente con 103, 100 e 97, 5 punti.

Attualmente università di Veterinaria senza test di ingresso non ci sono, visto che nelle università telematiche in cui non è prevista alcuna verifica ostativa non ci sono a disposizione questo tipo di corsi. Chi non riesce ad entrare a Veterinaria può optare per Scienze Biologiche a numero aperto che ha in comune con Veterinaria gli esami di Chimica, Biologia, Fisica e Matematica.

Considerazioni conclusive

La facoltà di Medicina Veterinaria ha subito delle modifiche nel corso dell’anno per quanto riguarda il test d’ingresso, infatti ci sono più domande sulle materie che si studieranno durante i tre anni di corso, piuttosto che quesiti di logica e di cultura generale. Non è escluso che in futuro possano esserci ulteriori cambiamenti.

La nostra guida al momento finisce qui, ma continuate a seguirci per rimanere aggiornati su tutte le novità relative al Test Veterinaria 2022.