ESAME TERZA MEDIA 2018: NOVITÀ E COSA CAMBIA

Gli esami di Terza Media si avvicinano drammaticamente ma quest’anno l’esame cambierà radicalmente e sarà molto diverso dall’Esame di Terza Media 2017 . Vediamo allora nel dettaglio di cosa si tratta e cosa cambierà a partire dall’Esame Terza Media 2018.

esame terza media 2018 cosa cambia

ESAME TERZA MEDIA: ADDIO TEST INVALSI

 Molti di voi faranno di certo un respiro di sollievo (una smorfia invece chi si diplomerà quest’anno!): a partire dal 2018 spariranno le Prove Invalsi dagli Esami di Terza Media, i test colpevoli, negli scorsi anni, di aver abbassato il giudizio finale di molti ragazzi. Attenzione però: le Prove Invalsi saranno comunque somministrate ai ragazzi di Terza Media durante l’anno scolastico e avranno la sola funzione di requisito obbligatorio di ammissione all’esame. Oltre ai Test Invalsi di Italiano e Matematica, inoltre, gli studenti dovranno affrontare anche i Test Invalsi di Inglese.

PROVE SCRITTE ESAME TERZA MEDIA: COSA CAMBIA

I Test Invalsi quindi non faranno più parte delle prove scritte d’esame, per cui i ragazzi dovranno solamente affrontare:

Le prove scritte saranno dunque al massimo 4, mentre finora in alcuni casi si arriva anche a 5.

ESAME TERZA MEDIA: PROVA ORALE, COSA CAMBIA

 La struttura dell’esame orale rimarrà invariata, per cui gli studenti verranno esaminati su tutto il programma partendo dalla Tesina. Si darà però maggior peso alle competenze trasversali e alle competenze chiave di cittadinanza acquisite nel corso del triennio, dunque la commissione dovrà dare maggior peso a tutta la carriera scolastica dello studente.
Se vuoi approfondire come si calcola il voto finale leggi: Esame terza media: come si calcola il voto

Serve aiuto o vuoi ricevere informazioni? Iscriviti al gruppo Terza media che tragedia!