DPCM del 13 ottobre 2020: gli effetti su bar e ristoranti

Il coronavirus, purtroppo, sta continuando a viaggiare portando ad un numero di contagi giornalieri che spaventano e che ci riportano ai dati del mese di aprile. Per rimediare a questa situazione il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, insieme agli altri ministri, ha approvato un nuovo DPCM che prevede nuove regole per contrastare il diffondersi del virus. Ciò di cui ci occupiamo oggi riguarda bar e ristoranti, andiamo a vedere cosa accadrà e in cosa consisteranno le nuove regole.

Leggi anche: DPCM del 13 ottobre 2020: le novità per le feste

DPCM del 13 ottobre 2020 per bar e ristoranti: cosa prevede

Da giorni si vociferava che questo nuovo e atteso DPCM avrebbe portato a delle limitazioni e chiusure anticipate di attività di intrattenimento come bar e ristoranti. L’obiettivo è sempre uno solo, quello di evitare che il virus possa continuare a diffondersi, i timori sono leciti considerando l’elevato numero di contagi che continuiamo a registrare. Cosa accadrà a bar e ristoranti? Vi riportiamo la disposizione del decreto:  “Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite sino alle ore 24.00 con servizio al tavolo e sino alle ore 21.00 in assenza di servizio al tavolo”.