Home Festival 2019: boom di presenze e scaletta di successo

Stando ai dati e alle recensioni generali, la data zero dell’edizione dell’Home Festival al Parco San Giuliano di Mestre ha riscosso un successo memorabile. Dopo nove anni di esperienza a Treviso, l’evento per la prima volta è atterrato sulla laguna veneziana facendo registrare numeri da capogiro nonostante l’improvvisa bomba d’acqua di sabato scorso. Il bellissimo parco verde ha ospitato dal 12 al 14 Luglio oltre ventimila presenze, tra giovani e famiglie, provenienti non solo da ogni parte d’Italia ma anche da Paesi esteri come Australia, Estonia, Russia, Finlandia, Cina, Scozia e Inghilterra. Ad esibirsi sono stati oltre cento artisti che, per ben trenta ore, si sono alternati su quattro palchi diversi per genere e gusto musicale. Tra i nomi più importanti, impossibile non citare gli Editors, Lp, Paul Kalkbrenner, Young Thug e Bloc Party.

Leggi anche:

Home Festival 2019: la macchina organizzativa

Il successo della prima edizione veneziana dell’Home Festival è dovuta, oltre all’eccellenza degli ospiti, anche alla perfetta funzionalità della macchina organizzativa. Durante i tre giorni di festival sono state impegnate oltre cinquecento addetti dello staff che quotidianamente si sono occupate degli allestimenti e dell’organizzazione generale. Un ruolo fondamentale è da attribuire anche all’impegno delle istituzioni cittadine che hanno fornito la massima disponibilità per la buona riuscita della manifestazione: parcheggi gratuiti, navette, mezzi pubblici potenziati per avvicinarsi all’area, per non parlare degli agenti della Polizia locale e delle Forze dell’ordine pronti a garantire la massima sicurezza ai partecipanti. Grazie a questa struttura organizzativa i cancelli del parco sono stati aperti dal primo pomeriggio fino a notte fonda garantendo tre giorni di puro divertimento che difficilmente verranno dimenticati dai partecipanti.

Home Festival 2019: parte il progetto decennale

La prima edizione dell’Home Festival ha dimostrato di avere tutti i numeri per posizionarsi sullo stesso piano di rilevanza di grandi eventi internazionali come il Coachella e il Primavera Sound Festival. Per questo motivo è in cantiere un progetto decennale che vedrà impegnati la società organizzatrice Home Entertainment, il Comune di Venezia ed il braccio operativo VeLa SpA. Per adesso la macchina organizzativa è già partita per strutturare l’edizione 2020 dell’Home Festival Venice, un evento che porterà la città italiana a diventare uno dei punti di riferimento maggiori per la cultura giovanile.

Leggi anche: