Ponte del 2 Giugno: come festeggiare

Quest’anno il 2 giugno cade di martedì, quindi è sicuro un bel ponte che permetterà a chi lavora e fa orari da ufficio (quindi dal lunedì al venerdì) 4 giorni di vacanza. Ma cosa fare in quest’anno così particolare per l’Italia a causa dell’emergenza da Covid-19? Andiamo a capirlo insieme!

Ponte del 2 Giugno: con chi si potrà stare e in quanti

Ponte del 2 Giugno: con chi si potrà stare

Chi possiamo vedere? Attualmente non ci sono molte restrizioni in merito alla tipologia di persona da vedere. Fino al 18 maggio era possibile incontrare solo i congiunti, ovvero i parenti, per cui madri, padri, zii, nonni, cugini, mariti, mogli e figli (lista di persone a cui in corsa il Governo ha aggiunto anche i fidanzati), mentre ad oggi anche gli amici. L’unico problema è che non si può uscire fuori dalla Regione, tranne che per esigenze lavorative comprovate, situazioni di necessità e motivi di salute che devono essere spiegati con un modulo per giustificare il viaggio, perciò possiamo incontrare solo congiunti ed amici nella nostra stessa regione.

Leggi anche:

Ponte del 2 Giugno: quante persone si possono vedere

Non possono comunque essere tante le persone che possiamo vedere, visto che gli assembramenti ancora sono vietati. Bisogna stare ad almeno uno o due metri di distanza l’uno dall’altro e con mascherina indossata. Meglio non rischiare, soprattutto in posti pubblici visto che le multe variano dai 400 ai 3mila euro. In caso di necessità i sindaci “potranno disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico, in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza”. Probabilmente ci sarà ben poco da fare…