Ci siamo ormai, tra due giorni iniziano gli esami di maturità 2022. Ovvero gli esami che segneranno, per moltissimi studenti italiani, la fine del secondo ciclo di istruzione. Si prenderà il via con la prima prova scritta, ovvero quella di italiano. Per poi proseguire con la seconda, diversa per ciascun indirizzo. E per concludere, naturalmente, con l’orale. Ma come si articoleranno nel dettaglio gli esami di stato e come verranno attribuiti i voti? Facciamo chiarezza.

Tutto sulla Maturità 2022: dalle prove scritte ai voti

Prima prova

Iniziamo naturalmente dalla prima prova, per la quale sono previste sette tracce con tre diverse tipologie:

  • Analisi e interpretazione del testo letterario
  • Analisi e produzione di un testo argomentativo
  • Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità

Seconda prova

Il giorno dopo, ovvero il 23 giugno, sarà la volta della seconda prova scritta. Il tema di questa sarà diverso per ogni indirizzo e sarà incentrato su una delle discipline caratterizzanti il percorso di studi. Se al Liceo Classico la materia prescelta sarà Lingua e cultura latina, allo Scientifico sarà la matematica. E così via. Ogni istituto si riserverà di stilare la seconda prova. E, contrariamente alla prima, ideata a livello nazionale, si terrà conto dell’effettivo livello di completamento del programma. Che potrà essere verificato sulla base delle informazioni contenute nei documenti predisposti dai Consigli di classe. Saranno diverse le tracce proposte dalla commissione, tra queste ne verrà sorteggiata una il giorno stesso della prova, ed è quella che tutti gli studenti dovranno seguire.

Orale

Si concluderà naturalmente con l’orale, ovvero un colloquio che interesserà l’analisi di un testo o altro documento scelto dalla commissione che dovrà essere commentato dal candidato. E che comprenderà una breve relazione o un lavoro multimediale, stilato dall’alunno e riguardante le esperienze e le competenze acquisite nell’ambito del suo percorso di studi comprendente i percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento.

Valutazione

Ad esaminare gli alunni sarà una commissione composta da sei commissari interni e un Presidente esterno. I voti saranno espressi in centesimi. Dal credito scolastico totale potrebbero venire 50 punti al massimo. Alla prova di italiano possono essere attribuiti fino a 15 punti, alla seconda fino a 10, al colloquio fino a 25. La lode è prevista. Nel caso in cui non si possa partecipare al colloquio per qualsivoglia motivo, purché documentato, si potrà effettuare l’orale anche in videoconferenza dal proprio domicilio.

Bene, non ci resta che augurarvi un in bocca al lupo gigante!

Leggi anche: