Signorie in Italia: quello che dovete sapere

Le Signorie sono nate in Italia nel XIII secolo a causa della perdita di potere da parte dei Comuni. La situazione ha portato alla nascita di una nuova istituzione signorile: la Signoria. Il nome di questa nuova istituzione deriva dal fatto che erano i signori ad avere questa forma di gestione del nuovo potere, questi signori potevano appartenere a ricche famiglie, potevano essere persone colte o considerevoli; a volte venivano nominati dal popolo, dall’imperatore o dal pontefice. Con questa nuova situazione di potere, il sovrano aveva poteri assoluti e veniva considerato al di sopra della legge, lui era superiore alla legge e per questo non gli si poteva applicare. Il Signore amministrava il territorio per mezzo delle leggi, lo stato esercitava il potere per mezzo del signore.

Signorie in Italia: il riassunto della storia

In Italia le più importante signorie sono nate a Milano, Firenze e Venezia. Il Ducato di Milano può essere considerata una delle signorie più aggressive di quel periodo, e raggruppava tutti i territori che formano la regione Lombarda di oggi, inoltre fu una delle Signorie più attive dal punto di vista economico; il Signore di Milano fu eletto dall’imperatore tra una famiglia nobile ghibellina dei Visconti. A Firenze, dopo il fallimento dei Ciompi, il potere era saldo nelle mani delle famiglie più ricche come la famiglia guelfa degli Albizzi che governò con un potere che assomigliava molto alla Signoria, non introdusse modifiche istituzionali e né assunse cariche eccezionali, ma in compenso esercitò un forte potere sulla popolazione. Nel caso della Repubblica di Firenze di parla, infatti, di signoria mascherata. Venezia conservò la sua istituzione repubblicana sotto il potere di un’oligarchia di mercanti, manteneva uno stretto contatto con la popolazione poiché il consiglio dei ricchi si faceva portavoce dei problemi della gente.

Signorie in Italia: i film su questo tema

Molto spesso la storia diventa il background per l’ambientazione di un film e, nel caso delle signorie, esiste una serie di film ambientati in quel periodo. In particolare, il periodo che va dal ‘400 fino al ‘600 inoltrato ha dato spunto a parecchi film, ambientati per la maggior parte in Italia, Francia e Inghilterra. Ve ne citiamo qualcuno:

  1. Tintoretto: un ribelle a Venezia: Figlio di un tintore, da cui il suo nome d’arte, Tintoretto è infatti l’unico grande pittore del Rinascimento a non aver mai abbandonato Venezia, nemmeno negli anni della peste;
  2. Pontorno un amore eretico: Biopic sul pittore italiano del Cinquecento ispirato alle pagine del suo diario;
  3. Il mestiere delle armi: la storia di Giovanni De’ Medici, soldato di ventura italiano al servizio dello Stato Pontificio durante le guerre d’Italia nella prima metà del XVI secolo;
  4. Signorie: si tratta di un raffinato ed elegante documentario in cui vengono messe in rassegna tutte le Signorie.