Elezioni 2018: cosa è successo?

Sono arrivate e passate le  Elezioni Politiche del 4 Marzo: lasciando un grande senso di amarezza (Per saperne di più: Risultati Elezioni 2018: chi ha vinto?).

Secondo una media delle rilevazioni statistiche compiute negli ultimi giorni dagli istituti demoscopici Emg, Index Research e Swg, non sono emerse particolari differenze rispetto alle previsioni della settimana scorsa. La prima coalizione è rimasta quella del Centrodestra, seguita dal Movimento Cinque Stelle e dalla coalizione di Centrosinistra.

Leggi anche:

Sondaggi Elezioni 2018: Centrodestra

La coalizione del Centrodestra formata da Berlusconi, Salvini, Meloni e Fitto continua a primeggiare negli ultimi sondaggi elettorali con un buon 37%. Forza Italia resta sempre in vantaggio con il 16%, seguita dalla Lega che risale al 14%. I Fratelli d’Italia si confermano al 5%, mentre Noi con l’Italia è arrivato al 2,5%.

Leggi anche:

Sondaggi Elezioni 2018: Movimento Cinque Stelle

Nell’ultima settimana il Movimento Cinque Stelle guidato da Luigi Di Maio è calato di qualche decimale, ma continua ad essere la seconda forza politica nelle previsioni di voto. Le percentuali dei tre istituti demoscopici non concordano esattamente, ma calcolando una media il risultato oscilla tra il 27% e il 28,5%.

Leggi anche:

Sondaggi Elezioni 2018: Centrosinistra

La situazione che ha subito più cambiamenti secondo i sondaggi riguarda il Centrosinistra. Il Partito Democratico di Matteo Renzi sarebbe in leggero recupero: Index Research gli dà il 23,8%, seguito da Swg con il 23,7%, per ultimo Emg che gli attribuisce un 23%. In totale, dunque, la coalizione di Centrosinistra si aggirerebbe intorno al 27,5% con + Europa di Emma Bonino al 2%, Insieme all’1,5% e la lista Civica Popolare di Beatrice Lorenzin all’1%. Disastrosa, invece, la situazione di Liberi e Uguali: secondo le previsioni di voto si parla di un’oscillazione tra il 5,4% e il 6,3%.