Notte di San Lorenzo: dove vedere le stelle cadenti in Italia

La stagione più bella dell’anno è cominciata da un pezzo e tutti stiamo aspettando con ansia la magica Notte di San Lorenzo, quella in cui potremo ammirare col naso all’insù lo spettacolo delle Perseidi ed esprimere un desiderio. Quest’anno il picco massimo si raggiungerà tra il 12 e il 13 agosto, ma la tradizione vuole che si organizzino falò o serate in spiaggia per ammirare le stelle cadenti la notte di San Lorenzo, vale a dire il 10 agosto. Voi avete già deciso dove andare? Noi vi proponiamo alcune idee… Non vi rimane che continuare a leggere!

Leggi anche:

Dove vedere le stelle cadenti in Italia: osservatori astronomici aperti

Un osservatorio astronomico è di certo il luogo migliore da cui poter guardare lo sciame di Perseidi. In Italia ne esistono parecchi e per l’occasione molti resteranno aperti proprio durante la notte del 10 agosto. Ecco un piccolo elenco.

  • Osservatorio Astronomico Monte Baldo (Verona): 10-11-12 agosto 2019 apertura pubblica dalle ore 21.00
  • Osservatorio Astronomico di Roma: aperto al pubblico con prenotazione
  • Planetario di Milano Ulrico Hoepli: non è uscito il programma di agosto, ma in genere vengono proposte osservazioni guidate.
  • Osservatorio Max Valier sulle Dolomiti (Val d’Ega, Bolzano): aperto al pubblico per vedere lo spettacolo delle Perseidi.
  • Osservatorio di Bologna: aperto al pubblico su prenotazione

Potrebbe interessarti: Notte San Lorenzo 2019: app per vedere le stelle cadenti

Notte di San Lorenzo in Italia: dove vedere le stelle cadenti

Se invece avete intenzione di ammirare le stelle cadenti in un’altra location, non dovete fare altro che trovare qualche posto nella vostra città che sia tranquillo e lontano dalle luci. L’ideale sarebbe la spiaggia oppure un parco in montagna. Il nostro bel paese è ricco di posti meravigliosi, per cui non sarà difficile trovarne uno nelle vicinanze che magari abbia anche organizzato una serata ad hoc. Se vi trovate in Sicilia potete ammirare le stelle cadenti dall’Etna, magari attraverso un telescopio (lo scorso anno sono stati messi a disposizione quelli del gruppo Astrofili Catanesi). A Roma, invece, potete vedere le stelle stesi su un telo a Villa Borghese, Villa Ada, Villa Pamphili, oppure dal Gianicolo, la terrazza del Pincio o lo Zodiaco. In Abruzzo potrete invece recarvi sul Gran Sasso, mentre a Torino potete invece andare al Parco di Stupinigi. Infine, se vi trovate in una zona di mare, basteranno asciugamani, coperte, un bel falò e magari una chitarra con cui trascorrere le ore notturne in attesa di vedere una stella ed esprimere un desiderio: avete l’imbarazzo della scelta, dalle spiagge della costa ionica calabrese a quelle salentine, dalla riviera romagnola alle stupende spiagge siciliane e sarde… Non vi rimane che iniziare ad organizzarvi!

Scopri anche: