Facoltà di Psicologia: università, materie, esami e sbocchi lavorativi

Finita la Maturità, è già tempo di pensare a quale università frequentare a settembre! Hai passione per le materie affini alla psicologia e ti vedi in futuro a svolgere la professione di psicologo? Se sì, il percorso di studio più attinente alle tue aspirazioni è Psicologia, che dopo il percorso triennale e specialistico ti permetterà di accedere all’Esame di Stato per esercitare la professione. Non ti è ben chiaro quanto dura il percorso di studio, quanti sono gli esami, se c’è un test d’ingresso, quali sono le materie principali e le università in cui studiare? Allora continua a leggere la nostra guida sulla facoltà di Psicologia.

La facoltà di Psicologia è a numero chiuso?

La prima domanda che tutte le future matricole si pongono è se è necessario superare un test d’ingresso e se la facoltà è ad accesso programmato. La facoltà di Psicologia non rientra tra quelle a numero chiuso a livello nazionale, come Medicina, Architettura e Veterinaria, ma sono i singoli atenei che possono decidere se stabilire comunque un test d’ingresso più o meno vincolante per l’accesso alla facoltà. Oggi, la maggior parte degli atenei ha optato per il test d’ingresso e l’accesso programmato. Tuttavia, essendo le singole università che stabiliscono date e modalità dell’eventuale test d’ingresso, è necessario consultare direttamente il sito della facoltà che si intende frequentare per leggere il relativo bando.

Se si sta cercando una facoltà di psicologia a numero aperto , si può optare con decisione verso una delle Università Telematiche riconosciute dal Miur: questi atenei, infatti, non prevedono test d’ingresso e quindi ci si può iscrivere ai loro corsi di laurea in psicologia senza dover sostenere nessuna prova ostativa.

Università di Psicologia: i migliori atenei statali

La facoltà di Psicologia è presente in buona parte delle università italiane. Inoltre, in alcuni atenei dove non è disponibile questa facoltà, il corso di laurea in Psicologia viene ospitato all’interno della facoltà di Scienze della Formazione.

Le migliori università di psicologia (secondo l’ultimo rapporto del Censis sugli atenei statali) sono:

  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Bologna
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Padova
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Trento
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Pavia
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Sassari
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Trieste
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano Bicocca
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  • Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Perugia

Facoltà di Psicologia nelle Università Telematiche

La facoltà di Psicologia è disponibile anche all’interno dell’offerta delle Università Online riconosciute dal MIUR. I vantaggi delle università telematiche sono numerosi, tra questi il principale è sicuramente dato dalla possibilità di studiare dove e quando si vuole.

Per seguire i corsi di laurea online, infatti,  basta collegarsi ad internet tramite il proprio dispositivo (pc, smartphone o tablet che sia) ed accedere alle piattaforme e-learning degli atenei, dove si possono trovare tutte le videolezioni e i materiali necessari, consultabili 24 ore su 24, 7 giorni su 7. In questo modo non è necessario recarsi fisicamente in ateneo come nelle università tradizionali, per cui è possibile gestire in piena autonomia il tempo dedicato allo studio e conciliarlo al meglio con il lavoro o con tutti gli altri impegni della giornata. Inoltre, si abbattono a zero le spese relative agli spostamenti (affitto, trasporto, ecc) e ai libri da acquistare.

All’interno dell’offerta delle università telematiche sono disponibili i seguenti corsi di laurea online in Psicologia:

  • Corsi di Laurea Online
    Corsi di laurea
    Tipologia
    Classe
    Ateneo
    Costo Agevolazioni

Università di Psicologia: percorso di studi

La laurea in Psicologia si articola in laurea triennale e laurea specialistica (o magistrale). Per accedere alla laurea triennale basta essere in possesso di un diploma, ma è utile anche avere passione per le materie scientifiche, la logica e la matematica, la filosofia, la lingua italiana e l’inglese, ma anche tanta tenacia nello studio e determinazione. Gli studenti più avvantaggiati sono coloro che hanno alle spalle studi classici o di scienze umane, ma il percorso di studio non è precluso a nessuno.

Alla fine della laurea triennale, infatti, è possibile:

  • iscriversi a una laurea specialistica in Psicologia o affini
  • iscriversi a un master professionalizzante
  • entrare nel mondo del lavoro, ma non come psicologi veri e propri
  • sostenere l’esame di stato per diventare Dottore in Tecniche Psicologiche

Se il tuo obiettivo è diventare psicologo vero e proprio, dovete proseguire con la laurea magistrale della durata di due anni, al termine della quale:

  • puoi iniziare il tirocinio e poi superare l’esame di stato per potere praticare la professione di psicologo
  • puoi iscriverti a una scuola di specializzazione della durata di 4 anni per diventare psicoterapeuta
  • puoi iscriverti a un master o a un dottorato di ricerca

Nel paragrafo successivo analizzeremo nel dettaglio gli sbocchi lavorativi della laurea in psicologia.

Laurea in Psicologia: sbocchi lavorativi

Tra i principali sbocchi lavorativi della laurea in Psicologia rientrano sicuramente le professioni di Psicologo e Psicoterapeuta. Oltre a questi, però, ci sono numerosi ulteriori ambiti occupazionali per i laureati in questa disciplina: le risorse umane, l’insegnamento, la mediazione culturale, criminologia e così via.

Per sintetizzare, i principali sbocchi lavorativi di Psicologia sono:

  • Psicologo
  • Psicoterapeuta
  • Responsabile delle risorse umane
  • Mediatore culturale
  • Educatore professionale
  • Esperto in Psicologia Giuridica
  • Criminologo
  • Insegnante
  • Ricercatore

Università di Psicologia: materie ed esami

Ma quindi cosa si studia a Psicologia? La facoltà è composta da vari indirizzi – oltre a quello generale, ci sono corsi anche più specializzanti in Psicologia clinica, Psicologia scolastica e Psicologia delle organizzazioni. In linea generale, comunque, la laurea in Psicologia vuole fornire allo studente sia le conoscenze teoriche sulla psicologia sia le competenze tecniche per svolgere praticamente la professione.

Ogni ateneo struttura in maniera diversa i corsi di laurea, ma le principali materie di psicologia che si studiano in tutte le università sono:

  • Psicologia generale
  • Psicologia dello sviluppo
  • Psicologia sociale
  • Psicologia del lavoro
  • Psicologia clinica
  • Psicologia dinamica
  • Psicologia cognitiva
  • Psicologia dell’infanzia
  • Biologia
  • Neuroscienze o neuropsicologia
  • Inglese
  • Storia della filosofia o delle scienze umane
  • Statistica psicometrica
  • Pedagogia generale o Sociologia generale
  • Metodi e tecniche dell’intervista e del questionario
  • Metodi e tecniche di conduzione dei gruppi
  • Metodologia della ricerca psicologica

Come puoi vedere, gran parte degli esami di Psicologia sono molto specifici, proprio al fine di garantire ai laureati una conoscenza approfondita della materia, in tutte le sue branche. Tieni poi conto che all’ultimo anno di triennale e durante la specialistica, dovrai affrontare diversi mesi di tirocinio in ospedale, istituti, scuole, e molte ore di laboratorio per approfondire tutte le tecniche psicologiche.

Orientamento universitario: la guida

Vuoi un aiuto a scegliere l’università giusta per te? Consulta le nostre risorse: