Il corso magistrale in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni fa parte della Classe di Laurea LM-63. Leggi la guida per saperne di più!

La classe di laurea LM-63 è afferente un corso di studi che dura due anni che porta ad avere una Laurea Magistrale in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni. Questo titolo vuole dare ai futuri laureati una preparazione culturale e lavorativa di livello specialistico per svolgere compiti di carattere direttivo o all’assunzione di posizioni di grande responsabilità nelle istituzioni e nelle amministrazioni pubbliche e private, come anche in organismi imprenditoriali.

Questo corso vuole formare figure che siano capaci di elaborare strategie di governo e di gestione del cambiamento e dell’innovazione normativa, strutturale e funzionale delle organizzazioni pubbliche e private, e di dare un contributo importante ad attività di progettazione, attuazione e valutazione di progetti finalizzati alla modernizzazione del sistema istituzionale e allo sviluppo economico e sociale. Scopriamo insieme quali alternative ci sono nelle università telematiche!

LM-63 nelle Università Italiane

Il corso di laurea che fa riferimento alla classe LM-63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni è disponibile per gli studenti sia nelle università statali, sia nelle università telematiche. Nello specifico questo corso, naturale prosecuzione, del corso di laurea triennale L-16 – Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, propone diverse aree di apprendimento (giuridico-istituzionale, statistico-quantitativa, economico-organizzativa; socio-politologica) e tematiche chiave (processi decisionali e organizzativi). A queste attività formative di base si aggiungono, come accade anche per altri corsi di laurea, la lingua inglese e anche l’informatica applicata in questo caso al funzionamento delle amministrazioni.

Ci sono poi diversi indirizzi, dal corso di Economia e Diritto per l’imprese e le pubbliche amministrazioni a quello di Modelli di dinamica dei sistemi per lo sviluppo sostenibile dell’organizzazioni fino al corso di Resocontista referendario ed esperto nella documentazione e nell’informatica giuridica. Ecco le principali università statali in cui è possibile trovare la facoltà di Scienze delle Pubbliche Amministrazioni:

  • Università degli Studi di Genova
  • Università degli Studi di Milano
  • Università degli Studi di Palermo
  • Università degli Studi di Torino
  • Università degli Studi di Roma “La Sapienza

Scienze delle Pubbliche Amministrazioni nelle Università Telematiche

  • Corsi di Laurea Online
    Corsi di laurea
    Area
    Ateneo
    Costo Agevolazioni

Come si evince dalla tabella, attualmente è solo una l’università online riconosciuta dal MIUR che eroga questo corso, ovvero l’Università Telematica Unitelma Sapienza.

Ma perché studiare per la classe LM-63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni online rispetto ad un ateneo tradizionale? Prima di tutto, perché le università online danno la possibilità di organizzare lo studio senza troppe pressioni grazie alla possibilità di seguire tutto da remoto. In questo caso, Unitelma Sapienza si avvale anche della collaborazione con un’università statale come La Sapienza, perciò chi ha poca praticità con la didattica in e-learning può chiedere aiuto anche fisicamente nella sede centrale di Roma, confrontandosi dal vivo con docenti e tutor e non solo per via telematica. Gli atenei online, inoltre, comportano meno spese rispetto a quelli tradizionali, ma allo stesso tempo danno le stesse opportunità di trovare lavoro. Allora scopriamo insieme quali opzioni ci sono per la laurea in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni.

Scienze delle Pubbliche Amministrazioni: quali sono gli sbocchi lavorativi?

Chi sceglie di seguire un corso di studi LM-63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni ha molti sbocchi lavorativi che riguardano le aree dei comparti amministrativi degli organi dello stato, delle amministrazioni statali, degli enti pubblici territoriali e delle associazioni, istituzioni e fondazioni private con finalità di carattere pubblico, con funzioni di elevata responsabilità e compiti organizzativi, gestionali e di controllo.

Chi ottiene questo titolo di studio può anche trovare occupazione nel campo dell’elaborazione e implementazione delle politiche d’intervento pubblico nelle strutture di governo di organismi nazionali, comunitari e internazionali con funzioni di elevata responsabilità.

LM-63: cosa si può insegnare?

Quindi cosa si può insegnare con la LM-63? Una volta ottenuta la Laurea magistrale in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni si può partecipare alla classe di concorso A-46 in Scienze giuridico-economiche, previo l’ottenimento di un minimo di 96 crediti nei settori scientifico-disciplinari:

  • SECS-P
  • SECS-S
  • IUS, di cui: 12 SECS-P/01, 12 SECS-P/02, 12 SECS-P/07, 12 SECS-S/03, 12 IUS-01, 12 IUS-04, 12 IUS-09, 12 IUS-10

A questo punto con la classe di laurea LM-63 è possibile insegnare nei seguenti istituti:

  • Liceo
  • Istituto Tecnico
  • Istituto professionale

Per quanto riguarda gli istituti tecnici sono previsti il settore economico, quello tecnologico, quello sul turismo e quello che riguarda i trasporti e la logistica, senza dimenticare varie articolazioni come “Amministrazione, finanza e marketing” e “Sistemi informativi aziendali”.

Invece in merito agli istituti professionali, troviamo invece indirizzi differenti come quello che riguarda il “Sistema moda”, quello sui “Servizi commerciali”, sui “Servizi sociosanitari”, sui “Servizi per l’enogastronomia e sull’ospitalità alberghiera con l’opzione di specializzarsi nella produzione di prodotti dolciari artigianali e industriali.

Se avete ancora dubbi non esitate a compilare il form qui di seguito: gli esperti di AteneiOnline vi ricontatteranno il prima possibile!