Avengers Age of Utron: quello che dovete sapere

Oggi vi parliamo di un altro film della saga Avengers: Age of Utron. Se qualcuno di voi ancora non l’ha visto, dopo averci letto avrà sicuramente voglia di farlo perché ci troviamo di fronte ad un altro film con un cast di eccezione e una trama tutta da scoprire. Come ciliegina sulla torta, andremo anche a leggere qualche recensione, ma voi non vi dovete fare influenzare, per giudicare qualcosa, che sia un film o un libro, è importante guardarlo o leggerlo voi stessi in modo da avere un vostro punto di vista.

Avengers Age of Utron: il cast

Rispetto agli altri film della saga, il cast di quest’ultimo sembra essere sterminato; tuttavia ritroviamo: Robert Downey Jr, Chris Evans nei panni di Capitan America/Steve Rogers, Scarlett Johansson nel ruolo di Natasha Romanoff/Vedova Nera, Mark Ruffalo che interpreta Bruce Banner/Hulk e ultimo – ma non per importanza – il ballerino familiareChris Hemsworth che veste i panni di Thor. Jeremy Renner, Samuel L. Jackson, Don Cheadle, Paul Bettany, Cobie Smulders, Anthony Mackie, James Spader e infine Andy Serkis nei panni di Ulysses Klaue.

Avengers Age of Ultron: la trama

Lo S.H.I.E.L.D. è stato smantellato e i Vendicatori sono usciti allo scoperto. Dopo aver oltrepassato il portale dei Chitauri e aver intravisto cosa c’è fuori, Tony Stark ha ripreso il progetto di Ultron, un’intelligenza artificiale a protezione del mondo. È l’armatura che ha tolto a sé stesso e con cui vorrebbe schermare il pianeta. Ultron ha un’idea di cosa significhi ottenere la pace e ha in mente innanzitutto la distruzione degli Avengers. La squadra, però, si unisce nonostante tutto per fermare il nemico e recuperare la gemma dell’infinito.

Avengers Age of Ultron: recensione

Questo secondo capitolo sui Vendicatori è stato un rischio vero e proprio per la Marvel e Joss Whedon. Nonostante sia stato considerato meno brillante del predecessore, Avengers: Age of Ultron resta comunque un buon film, pienamente godibile, che non ha nulla di scontato o di visto e rivisto in grado di suscitare, comunque, grandi emozioni e forti sensazioni nel pubblico che lo ha visto.

Leggi anche: