Test Ingresso 2018: come prepararsi

Superato il temuto Esame di Maturità, moltissimi ragazzi adesso si accingono a scegliere il percorso universitario da affrontare. Molti corsi di laurea in Italia sono ad accesso programmato in quanto hanno un numero di posti disponibili limitato. In questi casi è previsto un test di ingresso le cui date specifiche sono state stabilite dall’apposito decreto del 28 Giugno 2018. Come fare, però, per prepararsi? Ecco una guida attenta e puntuale!

Leggi anche:

Test Ingresso 2018: tecniche di studio migliori

Settembre è alle porte e per milioni di diplomati è tempo di prepararsi ai test di ingresso il cui superamento è necessario per iscriversi a determinati corsi di laurea. Per ottimizzare lo studio vi proponiamo delle tecniche infallibili che vi aiuteranno ad assimilare i concetti nel minor tempo possibile:

  • la comprensione iniziale: nella prima fase di studio bisognerà leggere il testo e comprendere i concetti da imparare; è importante soffermarsi sulle parti più complicate e leggerle più volte finchè non risulteranno chiare;
  • i concetti e le definizioni chiave: nella fase della rilettura sottolineate i concetti o le parole più importanti in modo da focalizzare con velocità le informazioni fondamentali del testo; evitate di sottolineare frasi o paragrafi interi ma concentratevi su definizioni concise;
  • la ripetizione a voce alta: per memorizzare i concetti è importante ripeterli a voce alta, preferibilmente interagendo con un’altra persona; in questo modo l’argomento verrà immagazzinato in maniera più veloce nella memoria a lungo termine;
  • i biglietti con le domande: per non assimilare in modo meccanico gli argomenti, inserite in un barattolo dei biglietti con delle domande relative alle nozioni che da ricordare; pescando un biglietto a caso ci si abituerà a richiamare concetti in maniera non lineare memorizzandoli in modo migliore.