Daenerys: come cambia il personaggio nel quinto episodio

Il quinto e penultimo episodio dell’ottava stagione del Trono di Spade ha sorpreso un pò tutti i fan cambiando tutte le carte in gioco. Al centro della puntata c’è stata la battaglia fra le due regine Daenerys e Cersei che, però, si è sviluppata in modo davvero inaspettato. Nonostante il vantaggio militare e tattico della Lannister, la Regina dei Draghi è riuscita a distruggere in un attimo la flotta di Euron e la Compagnia Dorata sfruttando il fuoco di Drogon. Ma a stupire tutti è stata la mossa successiva di Daenerys che, dopo la resa di Approdo del Re, ha deciso di continuare a seminare distruzione con il suo drago mandando in cenere l’intera città. La Khaleesi, definita da sempre come sovrana pacificatrice dei Sette Regni, si è così trasformata in una regina sanguinaria mostrandosi praticamente uguale a suo padre, il Re Folle.

Leggi anche:

Daenerys: gli spoiler sulla sua probabile morte

Analizzando alcuni dialoghi della settima stagione si può intuire con precisione come morirà la sovrana sanguinaria. Ricordiamo che la Khaleesi è invulnerabile al fuoco e che ha un esercito fedelissimo il quale la rende inavvicinabile, ma non per questo è immortale. Nella scorsa stagione tutti i suoi più fidati consiglieri hanno fatto riferimento al pericolo di essere trafitta: ne hanno parlato Missandei, Tyrion e addirittura Ser Jorah. A confermare questa tesi c’è da aggiungere che già i primi due draghi di Daenerys sono stati uccisi da una freccia e questo potrebbe essere un chiaro presagio su come morirà sia Drogon che la sovrana stessa. Di fatti la giovane sovrana muore pugnalata da Jon Snow che spera finalmente di ottenere la pace per i sette regni liberandoli dalla furia omicida della Targaryen!