Punteggio Minimo Test Professioni Sanitarie 2018: ipotesi 

Il Test di Professioni Sanitarie 2018 è arrivato; i candidati stanno aspettando con ansia la pubblicazione delle soluzioni, il plico contenente le domande e le risposte esatte della prova ufficiale (troverete tutti i dettagli qui: Test Professioni Sanitarie 2018: domande e risposte esatte). Ansia eh? E’ normale, in quanto se al test d’ingresso non si raggiunge un punteggio minimo tale da rientrare tra i posti disponibili non sarà possibile immatricolarsi. Ricordiamo che per professioni sanitarie occorre raggiungere un buon risultato se si vuole scalare la graduatoria ed essere sicuri di potersi iscrivere alla Facoltà dei propri sogni.

Test Professioni Sanitarie 2018: quale punteggio minimo bisogna raggiungere?

Come abbiamo detto prima, non è necessario raggiungere un punteggio minimo di 20 punti per entrare in graduatoria: basta fare meglio degli altri e il posto sarà tuo! Ovviamente, i posti disponibili sono limitati, per cui occorre totalizzare un punteggio più alto possibile per essere sicuri. La situazione è però diversa da corso di laurea a corso di laurea: per alcuni, come Infermieristica e Fisioterapia, in genere il numero di candidati è molto alto, di conseguenza sale il punteggio minimo. Per altri invece, come ad esempio Tecniche audiometriche, spesso i posti disponibili sono di più rispetto al numero dei candidati, che negli anni passati sono entrati automaticamente con punteggi anche bassissimi. Per cui, se ad esempio a Fisioterapia per essere sicuri occorre raggiungere 40 o 50 punti, a Tecniche audiometriche è possibile entrare anche con una decina di punti.

Punteggio minimo Test Professioni Sanitarie 2018: le nostre previsioni

Dato che non esiste una graduatoria unica nazionale, non è possibile stabilire con certezza un punteggio minimo assoluto per Professioni Sanitarie. Questo è dovuto anche al fatto che ci sono diversi corsi di laurea e per ognuno ci sarà un punteggio minimo. Inoltre, le università gestiscono le graduatorie in modo autonomo, quindi la situazione cambia da ateneo ad ateneo, presso cui si è presentato un numero diverso di candidati e c’è un numero differente di posti disponibili. Dunque, ad esempio, visto che a Fisioterapia e ad Infermieristica la domanda è piuttosto alta, probabilmente il punteggio minimo si aggirerà sui 45 punti. Questo vale anche per Logopedia, mentre per Tecniche Audiometriche e Assistenza Sanitaria il punteggio minimo potrebbe aggirarsi sui 15/20 punti. Infine, per Dietistica e Ostetricia, dato il numero dei candidati, il punteggio minimo potrebbe essere di circa 35 punti.

Test Professioni Sanitarie: info e news

Rimani sempre aggiornato sul test con le nostre guide: