Le elezioni sono terminate, non si può più votare; se siete capitati su questo articolo per errore e voltete sapere chi ha vinto, cliccate e leggete:

Elezioni Politiche 2018: cosa si vota e previsioni

Si avvicinano le Elezioni Politiche del prossimo 4 Marzo e continuano ad impazzare i sondaggi circa gli ipotetici vincitori. Gli italiani saranno chiamati alle urne per il rinnovo delle due Camere del Parlamento, da una parte la Camera dei Deputati e dall’altra quella del Senato.  Le ultime previsioni vedono al momento in testa la coalizione del Centrodestra, composta da Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia. Calano, invece, le quotazioni del Movimento 5 Stelle, mentre in generale rimane stabile il Partito Democratico capitanato da Matteo Renzi. Stando alle stime attuali, per adesso nessuna forza politica sarebbe in grado di governare da sola in quanto essendo il quorum del 40% ancora lontano.

Leggi anche:

Seggi elettorali 2018: orari di apertura e chiusura

Alle prossime Elezioni del 4 Marzo i seggi elettorali saranno aperti dalle ore 7.00 alle ore 23.00: tutti gli italiani saranno chiamati a votare per il rinnovo del Parlamento, con i cittadini della Lombardia e del Lazio che saranno chiamati a rinnovare in contemporanea anche i rispettivi Consigli Regionali. A differenza della scorsa tornata elettorale del 2013, questa volta le elezioni si svolgeranno in un’unica giornata e per questo motivo si è deciso di anticipare l’apertura dei seggi di un’ora e di posticipare dello stesso lasso di tempo la chiusura.

Leggi anche:

Seggi elettorali 2018: orari dello spoglio

Lo spoglio dei voti delle prossimi Elezioni Politiche inizierà subito dopo la chiusura dei seggi elettorali alle ore 23:00. Per quanto riguarda le Elezioni regionali, il conteggio dei voti invece prenderà il via alle ore 14:00 di lunedì 5 Marzo. I risultati ufficiali saranno resi noti dal Ministero dell’Interno probabilmente nella prima mattinata del giorno successivo, anche se la situazione generale potrebbe essere ben definita già poche ore dopo la chiusura delle urne.