Il terzo episodio è stato incredibile: una battaglia immensa in vista del il gran finale. In molti si sono lamentati dei risvolti di questo episodio ma la verità è che era uno dei più attesi dell’ultima stagione (Se lo vuoi rivedere: Game of Thrones Streaming: dove vedere Il Trono di Spade). Nel primo episodio abbiamo assistito a molte importanti reunion, il secondo episodio  ha rappresentato la quiete prima della tempesta…e ora? Scopriamo insieme cosa è successo nell’epica battaglia contro il Night King e gli estranei!

Il Trono di spade 8 Episodio 3: riassunto

La lunga notte è iniziata! L’esercito di Daenerys è schierato di fronte a Grande Inverno e attende l’arrivo del Re della Notte. Melisandre rompe il buio e infuoca gli arakh dei Dothraki per fare luce e permettere a tutti di vedere ciò che accade. I non-morti, in schiacciante superiorità numerica, distruggono i Dothraki e raggiungono gli altri soldati e gli Immacolati, attestatisi a falange. Intanto Daenerys e Jon, si sfidano con il Re dell’esercito nemico sui draghi ma poi improvvisamente si perdono nella notte. Sotto l’influenza del Re della Notte, i non-morti superano le mura e anche se uccisi dall’acciaio dell’esercito dei vivi, risorgono nello sconforto generale; la piccola Lyanna Mormont si sacrifica per uccidere un gigante non-morto e muore inesorabilmente. Arya cerca di entrare nel castello per controllare la situazione ma viene scoperta e inseguita, solo l’intervento del Mastino la salverà da morte certa. Beric si sacrificherà per aiutarla a scappare. Il Mastino e Arya incontrano  Melisandre, la quale ricorda ad Arya la profezia che le aveva fatto anni prima, ovvero che avrebbe chiuso molti occhi, anche di colore blu; infine la incita all’azione rievocando le parole di Syrio Forel: “Cosa diciamo al Dio della morte?” “Not Today”.

Jorah Mormont arriva e trova Daenerys salvandole la vita, lui invece muore in una straziante battaglia. Il Re della Notte e gli Estranei raggiungono Bran Stark, rimasto solo con Theon Greyjoy. Quest’ultimo viene ucciso, ma prima che Bran cada vittima del Re della Notte, Arya lo pugnala con la daga in acciaio di Valyria, appartenuta a Ditocorto e regalatale da Bran: tutti gli Estranei vengono polverizzati all’istante e i non-morti, incluso Viserion, cadono a terra in pezzi. La battaglia è finita e anche Melisandre si arrende alla morte e scompare nella neve.

 

Per leggere i riassunti di tutte le puntate, accedi alla nostra Maxi Guida Got