Il Corso Triennale in Scienze della Comunicazione fa parte della Classe di Laurea L-20. Vuoi sapere di più? Leggi la nostra guida!

La classe di laurea L-20 riguarda un corso di studi della durata di tre anni alla fine del quale si ottiene una Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione. Chi è in possesso di questo titolo di studio deve avere le competenze di base e le abilità specifiche nei settori differenti della comunicazione ed essere capace di svolgere compiti lavorativi nei media, nella pubblica amministrazione, nei diversi apparati dell’industria culturale e nel settore aziendale, dei servizi e dei consumi.

Ovviamente gli iscritti a questo corso di studio devono avere anche le nozioni necessarie per attività redazionali nei diversi settori dei media e negli enti pubblici e privati con un utilizzo efficace della lingua italiana per redigere testi informativi e comunicativi per i diversi settori industriali e ambiti culturali ed editoriali. Scopriamo insieme qualcosa di più su questo corso.

L-20 nelle Università Italiane

Il corso di laurea afferente alla classe L-20 Scienze della Comunicazione è disponibile sia nelle università statali, sia nelle università telematiche di cui vi parleremo nei prossimi paragrafi.

Gli insegnamenti che tipicamente vengono studiate dagli iscritti a questo corso sono Filosofia e teoria dei linguaggi, Glottologia, Informatica, Letteratura italiana contemporanea, Linguistica italiana, Sistemi di elaborazione delle informazioni, Telecomunicazioni. Si tratta di materie che si trovano in tutti i corsi, anche se ogni università ha diversi curricula: dal corso di laurea in Comunicazione nella società della globalizzazione a quello di Filosofia e Scienze della comunicazione e della conoscenza al curriculum di Scienze dell’informazione: comunicazione pubblica e tecniche giornalistiche.

Tra le migliori università italiane che hanno a disposizione questo corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione possiamo citare:

  • Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
  • Università degli Studi di Milano-Bicocca
  • Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  • Università Cattolica del Sacro Cuore
  • IULM – Libera Università di Lingue e Comunicazione

Ora scopriamo insieme i vantaggi di iscriversi questa facoltà in un’università per via telematica.

Scienze della Comunicazione nelle Università Telematiche

  • Corsi di Laurea Online
    Corsi di laurea
    Area di studio
    Ateneo
    Costo Agevolazioni

Come possiamo notare dalla tabella, chi vuole studiare Scienze della Comunicazione online può scegliere tra le sei università telematiche che erogano questo tipo di corso:

Il consiglio è quello di seguire i corsi di laurea online nelle università telematiche, visto che ci sono ben sei opzioni nelle università telematiche italiane riconosciute dal MIUR. Il titolo di studio online ha lo stesso valore legale di quello ottenuto in un ateneo statale, tuttavia la didattica viene erogata in modalità e-learning e per questo motivo gli studenti possono seguire le lezioni da casa in qualsiasi momento con costi minori rispetto alle università tradizionali, visto che non ci sono spese per gli spostamenti per recarsi in aula ed il materiale didattico è tutto disponibile sul portale dell’ateneo.

Ora che abbiamo capito i vantaggi di studiare online L-20 Scienze della Comunicazioni nelle migliori università telematiche vediamo insieme gli eventuali sbocchi lavorativi.

Scienze della Comunicazione: quali sono gli sbocchi lavorativi?

Chi decide di intraprendere un corso di studi L-20 Scienze della Comunicazione ha diversi sbocchi lavorativi a disposizione: i futuri laureati possono operare nelle organizzazioni pubbliche e private, nazionali e internazionali, nel ruolo di addetti alla comunicazione e alle relazioni con il pubblico, di esperti della multimedialità, di istruzione a distanza, di professionisti nelle aziende editoriali e nelle agenzie pubblicitarie. Le professioni tipiche che svolge chi ottiene un titolo di studio in questo corso sono:

  • Addetto stampa
  • Editor
  • Intervistatore professionale
  • Tecnico della pubblicità
  • Tecnico delle pubbliche relazioni
  • Tecnico dell’organizzazione della produzione radiotelevisiva e cinematografica

L-20: cosa si può insegnare?

Chiariamo subito un punto fondamentale: la laurea in Scienze della Comunicazione non dà l’abilitazione all’insegnamento, visto che c’è bisogno di un titolo di studio avanzato, ovvero di una Laurea Magistrale o specialistica. Se la classe L-20 non dà l’abilitazione all’insegnamento è necessario capire a quali corsi di laurea specialista è possibile seguire con questo titolo di studio triennale.

La risposta è quella di ottenere i 120 CFU (Crediti Formativi Universitari) da aggiungere ai 180 CFU già ottenuti con il percorso di studi triennale attraverso questi corsi:

  • LM-19 – Informazione e sistemi editoriali
  • LM-59 – Scienze della comunicazione
  • LM-91 – Tecniche e metodi per la società dell’informazione
  • LM-92 – Teorie della comunicazione

Una volta ottenuto il titolo di studio magistrale si può accedere al concorso pubblico per l’insegnamento nei licei, negli istituti professionali e negli istituti tecnici grazie alle seguenti classi di laurea:

  • A-18 – Filosofia e Scienze umane
  • A-26 – Matematica
  • A-41 – Scienze e tecnologie informatiche
  • A-47 – Scienze matematiche applicate
  • A-65 – Teoria e tecniche della comunicazione

Per questo motivo con la classe L-20 è possibile insegnare, tuttavia solo previo ottenimento del titolo di studio magistrale. Se avete ancora dei dubbi su come proseguire gli studi dopo la laurea triennale o per qualsiasi altra domanda potete compilare il form qui di seguito e gli esperti di AteneiOnline vi risponderanno il prima possibile.