Il Test d’Ingresso di Ingegneria è diverso rispetto ai quiz classici delle facoltà a numero chiuso. Se il campo dell’Ingegneria è la vostra passione, dovete sapere che non è a numero chiuso in tutte le facoltà, ma solo in alcune, perciò è necessario controllare i siti dei diversi atenei per capire cosa fare.

Alcune strutture per il test di ammissione a Ingegneria utilizzano la prova CISIA, una verifica cartacea preparata dal Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso. Altre, invece, utilizzano i TOLC-I, ossia la versione online del test CISIA che si svolge quindi nelle aule informatiche che aderiscono al Consorzio.

In questo approfondimento vi spiegheremo proprio come funziona il test di ingresso Ingegneria 2022 nelle varie università italiane, in cosa consistono i tipi di verifica, tutte le informazioni utili su come iscriversi e come prepararsi alla prova. Inoltre non può mancare un approfondimento sugli atenei online, in cui è possibile accedere senza alcun test ostativo. Siete pronti a scoprire tutto quello che c’è da sapere sul test di ammissione Ingegneria?

Come funziona il test d’ingresso in Ingegneria

Oltre ai Test ingresso canonici per i corsi di laurea a numero programmato, esistono altre Facoltà che prevedono un esame di sbarramento che cambia da università ad università, quindi gestito in maniera autonoma. Tra queste c’è proprio la Facoltà di Ingegneria, che non è a numero chiuso in tutti gli atenei, ma solo in alcuni, come per esempio il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino e le strutture che usano i test CISIA e TOLC-I.

Il test ingegneria 2022 si svolgerà in date diverse, in base all’università scelta, e ognuna di queste stila un calendario con una serie di giornate in cui poter tentare la prova di ammissione. In merito al test CISIA, la verifica si svolgerà in tutte le strutture aderenti a settembre, mentre per quanto riguarda il test TOLC-I c’è un elenco di date tra cui poter optare.

Test ingresso Ingegneria 2022: guida agli esami di ammissione

I tipi di test di ammissione a Ingegneria

Non avete mai sentito parlare di test cartaceo CISIA e di test online TOLC-I? Allora state molto attenti perché ora cerchiamo di fare chiarezza per capire meglio cosa vi aspetta.

Test cartaceo CISIA

Il Cisia test ingegneria è cartaceo ed organizzato dal Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso. Al momento sono 38 gli atenei aderenti, mentre in altre università queste facoltà sono a numero aperto oppure la prova viene strutturata dall’ateneo stesso.

Il test di ingegneria Cisia serve a selezionare gli studenti migliori che potranno immatricolarsi, anche se spesso viene utilizzato anche nelle facoltà a numero aperto per valutare la preparazione iniziale di ogni singolo studente. Questa verifica per la prova di ammissione a Ingegneria prevede 50 domande da risolvere in 110 minuti così strutturate: 10 domande di logica, 10 domande di comprensione verbale, 20 domande di matematica e 10 domande di scienze. Le valutazioni sono le seguenti:

  • Risposte esatte: 1 punto
  • Risposte errate: -0,25
  • Risposte non date: 0 punti

Modalità online (TOLC-I)

Il test Tolc-I è la versione telematica del test Cisia. Questa prova si svolge quindi online presso le sedi universitarie che hanno scelto di mettere a disposizione il test di ingresso con questa modalità, da febbraio a novembre. C’è questo periodo più lungo, poiché il Tolc può essere sostenuto una volta al mese a prescindere dalla sede presso la quale si sostiene. Per esempio, chi sostiene una verifica a maggio, può ripeterla a giugno senza aspettare 30 giorni precisi.

Come per il test Cisia ci sono 50 domande così strutturate: 10 domande di logica, 10 domande di comprensione verbale, 20 domande di matematica e 10 domande di scienze. In aggiunta sono previste 30 domande per la conoscenza della lingua inglese, per questo motivo ci sono 15 minuti in più di tempo, arrivando ad un totale di 125 minuti.

Test autonomi

Ci sono anche alcune università che decidono di non affidarsi né a test Cisia, né a test Tolc e di svolgere tutto in autonomia. Come per esempio il Politecnico di Bari oppure il Politecnico di Torino. Ed anche il test di ingresso al Politecnico di Milano è diverso e si può accedere attraverso un test TOL diviso in TENG per verificare la conoscenza della lingua inglese e in un test con domande di logica, matematica, statistica, fisica e comprensione verbale.

In alternativa è possibile fare il TOLC-I, ma anche SAT, ACT, GRE e GMAT, ma in questi casi solo nella prima fase di immatricolazione. Proseguendo nella lettura vi spiegheremo bene come funziona questa procedura, nel frattempo scopriamo insieme tutte le informazioni utili sul test d’ingresso classico per Ingegneria!

Test ingresso Ingegneria 2022: guida agli esami di ammissione

Test d’ingresso in Ingegneria: informazioni utili

Ecco tutto quello che dovete sapere dal punto di vista burocratico per quanto riguarda il test di ingresso Ingegneria 2022: dai bandi delle singole università alle relative iscrizioni fino ad arrivare alla pubblicazione delle graduatorie!

I bandi

Il test di ammissione a Ingegneria 2022 non è regolamentato a livello nazionale, perciò è necessario visionare il bando ufficiale sul portale di ogni singola università per avere maggiori dettagli sullo svolgimento dell’esame.

Non solo questo test varia in base all’università, ma anche in base alla tipologia di specializzazione scelta. In tutti questi casi però l’iter da seguire per superare la prova è sempre lo stesso: ripassare le materie oggetto della verifica e allenarsi con simulazioni e prove degli anni precedenti.

Le iscrizioni

Per l’iscrizione al test di ingresso Ingegneria 2022 è necessario consultare ogni singolo portale universitario per capire le modalità adottate e le scadenze.

Per quanto riguarda il TOLC-I, basta andare sul sito ufficiale Cisia e scegliere un ateneo qualsiasi con posti disponibili per effettuare il quiz, anche se diverso da quello di immatricolazione. Il punteggio di questo esame infatti è valido per tutti i corsi di laurea e tutte le università. È molto importante però effettuare il test entro le date di scadenza del corso di laurea di Ingegneria, regolamentate da ogni singola università.

Le iscrizioni chiudono una settimana prima del giorno del TOLC. L’esame ha un costo di 30 euro da pagare con carta di credito oppure con bollettino bancario (MAV).

Le graduatorie

Anche in questo caso la graduatoria di ammissione ad un corso di laurea viene pubblicata sul sito dello stesso ateneo. È necessario controllare il bando di ammissione del corso di laurea di vostro interesse per sapere la data di pubblicazione della graduatoria.

Dovete ricordare che sostenere il TOLC non significa essere presente in graduatoria, infatti una volta ottenuto il punteggio va presentata la domanda di ammissione/inserimento in graduatoria sul sito dell’università, seguendo le indicazioni del bando di ammissione.

Per quanto riguarda le università che svolgono il test in maniera autonoma è necessario tenere sotto controllo sempre i singoli bandi con tutte le date e le scadenze.

Guida agli esami di ammissione a Ingegneria

Adesso invece scopriamo insieme gli argomenti da studiare, le domande che potrebbero uscire all’esame e le simulazioni del Test Ingegneria degli anni precedenti!

Argomenti e materie

Come prepararsi al test 2022 di Ingegneria? Sul bando CISIA e test TOLC-I Ingegneria ci sono le materie ufficiali di questa verifica: oltre a ripassare Matematica e Scienze è necessario stare attenti alle domande di comprensione verbale e di ragionamento logico. Per il TOLC-I bisogna anche avere conoscenze della lingua Inglese.

Non ci sono sorprese, gli insegnamenti richiesti sono quelli sopra indicati, tuttavia l’unica incertezza potrebbe ricadere sulle domande di comprensione verbale e sui quiz di logica, tuttavia è possibile esercitarsi, come vi diremo più avanti in maniera approfondita.

Ovviamente ci sono poi quelle università che gestiscono i test in maniera autonoma e per questo motivo potrebbero esserci altre materie come oggetto d’esame. In questo caso è necessario controllare bene il bando di ogni singolo ateneo che riporta anche gli insegnamenti previsti per superare la verifica. C’è chi potrebbe inserire anche Algebra, Insiemi, Goniometria, Trigonometria, Geometria analitica del piano oppure Geometria euclidea del piano e dello spazio. In ogni caso si tratta sempre di materie scientifiche, quindi l’area di appartenenza resta quella nelle diverse strutture e tipologie di corso.

Domande

Come già specificato in precedenza le domande del test Cisia Ingegneria sono 50 da risolvere in 110 minuti così strutturate: 10 domande di logica, 10 domande di comprensione verbale, 20 domande di matematica e 10 domande di scienze. Per il Tolc-I si aggiungono anche 30 domande di inglese da risolvere in 15 minuti per un totale quindi di 80 quesiti da risolvere in 125 minuti. Le valutazioni sono le seguenti:

  • Risposte esatte: 1 punto
  • Risposte errate: -0,25
  • Risposte non date: 0 punti

Nel caso di test di Ingegneria in autonomia cambia il numero di domande e anche il tempo a disposizione, ma ovviamente è necessario visionare il bando di ogni singola università per capire la struttura del’esame.

Simulazione dei test di Ingegneria

Volete vedere qualche esempio dei test di Ingegneria online? In Rete circolano molte simulazioni delle diverse facoltà e specializzazioni, ma è necessario fare riferimento a quelle ufficiali degli anni passati per familiarizzare al meglio con il test.

In caso di test Cisia o Tolc-I basta esercitarsi su simulazioni che hanno la stessa struttura e la stessa durata per valutare la vostra preparazione iniziale. È ovviamente consigliato consultare i materiali dei test passati con domande e risposte risolte e commentate dai docenti. È possibile anche accedere ai MOOC (Massive Open Online Courses), ovvero uno strumento di didattica, disponibile online, accessibile a chiunque in maniera libera e gratuita.

Ecco alcuni esempi di test Ingegneria:

Come prepararsi ai test d’ingresso in Ingegneria

Per prepararsi al test di Ingegneria basta iscriversi a corsi preparatori che riguardano materie come Scienze e Matematica nelle sue diverse declinazioni. Oltre ai corsi, nelle librerie fisiche e online sono a disposizione libri ed ebook che al loro interno hanno le soluzioni di Ingegneria delle vecchie prove degli anni passati con commenti ed annesse spiegazioni dei docenti.

Per le domande di logica e per la comprensione verbale basta esercitarsi su prove simili e cronometrarsi, per riuscire a completare il tutto nei minuti richiesti. Per chi farà un test autonomo deve anche concentrarsi sul tipo di specializzazione scelta: ci sono verifiche diverse per il test di Ingegneria biomedica, Ingegneria civile, Ingegneria fisica, Ingegneria forense, Ingegneria gestionale, test Ingegneria aerospaziale, Ingegneria ambientale, Ingegneria chimica, Ingegneria energetica, Ingegneria dei materiali, test Ingegneria meccanica, Ingegneria mineraria, Ingegneria navale, Ingegneria nucleare, test ingresso Ingegneria informatica e Ingegneria elettronica.

Test ingresso Ingegneria 2022: guida agli esami di ammissione

Il test d’ingresso al Politecnico di Milano: come funziona e come prepararsi

Il test Ingegneria Politecnico di Milano è un caso a parte fra i test autonomi in questa facoltà. Per accedere al corso è necessario effettuare online il test TOL che si compone di due parti: TENG (Test of English) per verificare la conoscenza della lingua inglese e TEST per valutare le conoscenze di logica, matematica, statistica, fisica e le capacità di comprensione verbale.

Le domande sono formulate tenendo conto dei programmi ministeriali degli istituti superiori e si tratta di 65 domande a risposta multipla, a cui rispondere in 100 minuti. Queste le valutazioni del test ammissione Politecnico Milano:

  • 1 punto per ogni risposta esatta
  • – 0,25 punti per ogni risposta sbagliata
  • 0 punti per ogni risposta non data
  • peso 1/3 ad ogni quesito di Inglese
  • peso 2,6 ad ogni quesito di Logica, Matematica e Statistica
  • peso 3 ad ogni quesito di Comprensione verbale
  • peso 2 ad ogni quesito di Fisica

A Polimi il test Ingegneria si può fare anche con verifiche alternative come SAT, ACT, GRE, GMAT, TOLC-I solo ai fini della prima fase di immatricolazione anticipata. Le informazioni su come iscriversi, quando esce la graduatoria e come prepararsi all’esame TOC sono disponibili sul portale dell’ateneo.

Alternative al test: le lauree online in Ingegneria

Ci sono anche delle facoltà di Ingegneria alternative al test, ossia le università telematiche che sono a numero aperto e prevedono solo una verifica iniziale per valutare la preparazione di ogni singolo studente. Scopriamo allora quali sono i corsi a disposizione in queste realtà, quali sono i vantaggi dello studio per via telematica, i relativi costi e gli sbocchi occupazionali!

Corsi disponibili presso le università telematiche riconosciute dal Miur

Le università telematiche riconosciute dal MIUR sono in tutto 11: di queste, 7 queste erogano corsi di laurea triennale online in Ingegneria e 6 anche corsi di laurea magistrale online in Ingegneria. Nello specifico si può scegliere tra: eCampus, UniMarconi, UniNettuno, UniCusano, Mercatorum, UniPegaso e UniFortunato.

Il riconoscimento del MIUR è importantissimo perché significa che le lauree ottenute in queste strutture hanno lo stesso valore legale di quelle di un ateneo tradizionale e quindi danno le stesse opportunità di sbocchi lavorativi e di partecipazione a concorsi pubblici.

Ognuna di queste realtà mette a disposizione diversi corsi di laurea triennale e magistrale in Ingegneria nelle diverse specializzazioni, vediamo insieme quali sono!

  • Corsi di Laurea Online
    Corsi di laurea
    Tipologia
    Classe
    Ateneo
    Costo Agevolazioni

I vantaggi

Ottenere una laurea in Ingegneria a distanza ha molti vantaggi rispetto ad un titolo di studi ottenuto in una università statale (oltre al fatto, ovviamente, di non dover sostenere un test di ingresso): il materiale didattico viene fornito direttamente online sulle stesse piattaforme in cui poi si potranno vedere le lezioni, quindi risulta vantaggioso dal punto di vista economico.

Non c’è bisogno di acquistare libri extra, ma le dispense, gli e-book su cui studiare e gli appunti con relativi commenti dei docenti sono tutti disponibili sul portale di ateneo. Le video lezioni si possono vedere in qualsiasi momento della giornata, perciò non solo in modalità sincrona in diretta, ma anche in modalità asincrona con le registrazioni disponibili h24, 7 giorni su 7. In caso di necessità è possibile contattare dei tutor a sostegno per chiedere spiegazioni sulle lezioni.

Sempre per quanto riguarda i costi non ci sono spese per quanto riguarda gli spostamenti, fatta eccezione degli esami che invece devono essere svolti in sede (più avanti vi parleremo nel dettaglio di tutti i costi da sostenere). Fortunatamente oltre alla sede centrale gli atenei online hanno varie succursali dislocate da Nord a Sud Italia. Per questo motivo chi sceglie una università telematica deve anche tenere in considerazione se la struttura in questione ha una sede vicino la propria abitazione per evitare di muoversi troppo. Le iscrizioni sono aperte tutto l’anno, quindi non ci sono scadenze da rispettare.

Gli sbocchi professionali

Gli sbocchi professionali di Ingegneria online sono gli stessi di Ingegneria tradizionale. Le opportunità sono numerose viste anche le molteplici opzioni a disposizione per quanto riguarda i diversi indirizzi.

Per diventare Ingegnere però non basta la laurea in entrambi i casi: è necessario conseguire l’abilitazione professionale con il superamento di un esame di stato che consiste in: due prove scritte per chi ha il titolo di laurea magistrale, specialistica o quinquennale vecchio ordinamento e permette di conseguire il titolo professionale di Ingegnere oppure una sola prova scritta con il titolo di laurea o con il diploma universitario, con il titolo di laurea specialistica/magistrale e quinquennale vecchio ordinamento e permette di conseguire il titolo professionale di Ingegnere Junior; una prova orale e una prova pratica.

I costi

I costi per la laurea in Ingegneria online variano da un minimo di 1.600 euro ad un massimo di 5.900 euro. Anche se la cifra finale non varia in base all’ISEE, come accade nelle università frontali, queste cifre possono diminuire notevolmente in base alle agevolazioni, convenzioni e borse di studio che ha ogni università: gli atenei online infatti stipulano degli accordi con aziende ed enti a cui possono rivolgersi gli iscritti ai corsi per avere uno sconto sul totale della retta annuale.

Senza dimenticare che ci sono costi rispetto alle università tradizionali per quanto riguarda il materiale didattico e gli spostamenti, come vi abbiamo già detto in precedenza.

Considerazioni conclusive

In conclusione l’iscrizione alla facoltà di Ingegneria dipende dalle vostre esigenze. Ci sono opzioni a numero chiuso in cui è necessario superare un test di ingresso che è regolamentato da ogni singola università e non a livello nazionale come accade per altri atenei. Bisogna stare molto attenti al bando di ogni singola perché ci possono essere modalità diverse, strutture diverse ed anche scadenze completamente differenti.

Ci sono poi le università telematiche che mettono a disposizione questo corso di studi a numero aperto, senza l’obbligo di superare una verifica ostativa. Se avete ancora dubbi su queste opzioni, potete compilare il form qui di seguito e gli esperti di AteneiOnline vi daranno tutte le informazioni di cui avete bisogno!